Call of Duty League, le mosse dei Los Angeles Guerrillas: cinque conferme, due addii

los angeles guerrillas

I Los Angeles Guerrillas hanno deciso di estendere le opzioni sui contratti di Spart, Asim, SlasheR, Huke e Neptune, come annunciato su Twitter da Alex Rubens di The Guard, l’organizzazione madre del team esports.

Uno degli allenatori della squadra della Call of Duty League, Ricky, passerà al ruolo di team manager per il prossimo anno. Il team ha deciso di separarsi dall’allenatore Bevils lo scorso 9 agosto e ha anche fatto sapere che per il 2023 non verrà confermato Gunless.

La stagione 2022 è stata fin troppo altalenante per i losangelini. Nonostante un successo di rilievo, la squadra non è riuscita a qualificarsi per i playoff della CDL per la seconda stagione consecutiva.

Il team, composto dai veterani SlasheR, Asim, Huke e Gunless (quest’ultimo ha dovuto dare forfait nella seconda fase della stagione ed è stato sostituito da Spart, ndr) ha trionfato al Major Two ad aprile, superando 5-2 Atlanta FaZe. Tuttavia, da quel momento in poi i Los Angeles Guerrillas non sono più riusciti a mantenersi su quel livello. I risultati sono stati talmente deludenti da portare l’organizzazione a fare numerosi cambiamenti.

Basti pensare all’ingaggio di Neptune, che aveva recentemente giocato con i New York Subliners. Mosse che si sono rivelate non sufficienti: in totale, la squadra ha vinto solo quattro partite dopo il successo nel secondo Major della stagione.

Proprio a causa di questo andamento così negativo, i Guerrillas non sono stati in grado di totalizzare abbastanza punti CDL per raggiungere l’ottavo posto ai CoD Champs 2022. Nonostante ciò, il team conferma i suoi giocatori e non sono da escludere ulteriori movimenti (quasi certamente scambi) all’interno della CDL.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *