Team Spirit si sposta da Mosca a Belgrado: “Trasferirsi è l’unica scelta giusta”

team spirit

Team Spirit, l’organizzazione di esports con sede a Mosca, sta trasferendo i suoi dipendenti e i suoi team a Belgrado, in Serbia. Una decisione che viene presa in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo.

Spirit ha affermato che lo scenario attuale ha costretto l’organizzazione ad abbandonare i piani di espansione a Mosca, obbligando a spostare le operazioni in un altro paese.

L’accessibilità degli esports è sempre stata la sua caratteristica unica – spiega Spirit in una nota – Ovunque vivi, qualunque cosa tu faccia, qualunque cosa in cui credi, le porte degli esports sono sempre state aperte per te. Tuttavia, tutto sta cambiando e uno di questi cambiamenti è l’attuale situazione tra Russia e Ucraina, da dove provengono molti dei nostri giocatori e dipendenti. Date le circostanze, sia pratiche che etiche, la decisione di trasferirsi sembra l’unica giusta”.

La maggior parte dei giocatori delle squadre di esports di Spirit sono di nazionalità russa. La squadra CS:GO comprende cinque giocatori russi e un allenatore russo, mentre la squadra di Dota 2, che ha vinto l’ultima edizione di The International, ha tre giocatori russi e due ucraini.

Si tratta dell’ennesima iniziativa presa nel mondo degli esports per dire no alla guerra e mostrare tutta la propria contrarietà all’azione militare di Mosca.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *