xQc, terminano i sette giorni di ban su Twitch. Lo streamer si è scusato per lo “stream-sniping”

xqc esports twitch ban

Sono terminati ieri i sette giorni di sospensione inflitti da Twitch a Félix Lengyel, meglio noto come xQc, lo streamer canadese incappato spesso nelle sanzioni della piattaforma.

Dopo una settimana, xQc (senza dubbio uno degli streamer più famosi di Twitch) è stato sbannato. Il suo account è stato temporaneamente sospeso il 18 novembre dopo aver praticato lo “stream-sniping” nei confronti di altri streamer durante l’evento GlitchCon di Twitch Rivals. Per chi non lo sapesse, lo “stream-sniping” consiste nel guardare lo stream di un avversario così da capire dove si trovi e procedere senza problemi alla sua eliminazione. Per farla breve, un imbroglio in piena regola.

Oltre a questa sospensione, xQc ha ricevuto un ban di sei mesi da tutti gli eventi di Twitch Rivals e ha anche perso le vincite ottenute nel torneo. Il giocatore canadese di esports si è scusato per quanto fatto durante il GlitchCon e ha detto che avrebbe donato le vincite incamerate in beneficenza.

Tuttavia, questo divieto era completamente diverso dalle tre precedenti sospensioni di xQc. L’ex professionista della Overwatch League reagisce spesso ai video di YouTube durante i suoi streaming, ed è per questo motivo che ha subito gli altri divieti.

Il primo e secondo ban sono arrivati dopo aver mostrato una nudità “parziale” e “completa” durante due streaming, uno a luglio 2019 e l’altro a febbraio 2020. Il terzo divieto risale invece a giugno 2020, quando ha mostrato un video con dei gorilla che facevano sesso.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *