Fero muore a soli 21 anni: il giocatore di Call of Duty ucciso da un infarto. Il cordoglio del mondo esports

fero call of duty esports

Una notizia terribile che ha gettato nello sconforto tutto il mondo degli esports e ha sconvolto soprattutto la community di Call of Duty. Il giocatore professionista di CoD, Maurice “Fero” Henriquez, è morto a soli 21 anni. Il decesso è avvenuto ieri, martedì 10 novembre. Fero era uno dei nomi più noti negli esports di Call of Duty.

La notizia è stata confermata dalla famiglia di Fero in un tweet pubblicato con il suo account, che ha messo subito a tacere le prime voci che parlavano di un suicidio causato dalla depressione. Un membro della famiglia ha confermato che il 21enne è morto in seguito ad un infarto.

“Questa è la famiglia di Maurice, alias Fero,” si legge nel tweet. “Siamo rattristati di annunciare la sua morte. Vorremmo affermare che non si è tolto la vita e non stava combattendo la depressione. Apprezziamo l’amore e il sostegno di tutti. Apprezzeremmo anche la privacy in questo momento”.

Praticamente subito dopo sono cominciati ad arrivare messaggi di profondo cordoglio da parte di tutta la community di CoD e del mondo esports.

“Ho il cuore spezzato, sono davvero senza parole”, ha twittato il CEO di 100 Thieves, Matt ‘Nadeshot’ Haag.

La star dei Toronto Ultra, Anthony ‘Methodz’ Zinni, ha postato un tweet affermando di avere il cuore a pezzi: “Quando parlavamo, non erano altro che scherzi e risate. Sono grato di aver collaborato con una persona così vivace e appassionata”.

Il team dei Florida Mutineers ha confermato che la morte di Fero è stata causata da “molteplici attacchi di cuore”, sgombrando il campo dalle ipotesi di suicidio.

Fero ha iniziato la sua carriera in Call of Duty come membro di Denial Esports alla fine del 2014. La sua carriera è decollata durante la stagione 2017-18, quando le ottime prestazioni con il Team Kaliber gli sono valse l’ingaggio da parte dei 100 Thieves.

Il suo breve periodo con 100T è stato seguito da un altrettanto breve periodo con il Team Envy, senza riuscire ad ottenere un posto in un franchise di Call of Duty League per Modern Warfare, scegliendo di giocare nel circuito amatoriale dei Challengers.

Tuttavia, Fero è poi diventato un acquisto chiave di metà stagione per i Florida Mutineers, ottenendo un buon successo durante il resto della stagione regolare. Amato dai suoi colleghi, Fero viene ricordato per la sua grande energia e per il suo straordinario talento.

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *