“Traduzioni errate” degli streaming dei giocatori, FunPlus Phoenix decide di passare alle vie legali

funplus phoenix

L’organizzazione di esports FunPlus Phoenix ha deciso di avviare delle procedure legali a seguito di errori di traduzione dei video in live streaming dei giocatori. Secondo il team, infatti, le traduzioni sono state distorte, comportando un grave danno di immagine.

FPX agirà principalmente contro i fan di League of Legends, che spesso interpretano male le dichiarazioni, traducendole in modo impreciso dal cinese all’inglese. L’organizzazione afferma che queste situazioni hanno “recato gravi danni all’immagine e alla reputazione dei nostri giocatori” e procederà utilizzando prove per “salvaguardare i diritti legali” dei giocatori stessi.

Quando si prende parte a interviste trasmesse a livello internazionale, il problema consiste proprio nella traduzione: non è raro che spesso le parole vengano fraintese. Sfortunatamente per i giocatori di FunPlus Phoenix, League of Legends ha approfittato delle traduzioni sbagliate per i propri interessi. A scatenare il dibattito è stata soprattutto l’intervista del “mid laner” di FPX, Kim “Doinb” Tae-sang, che ha causato polemiche e confusione tra gli spettatori.

Le conseguenze per i traduttori possono essere molto serie. Un fan di FPX di nome Scoople, che ha tradotto l’analisi di Doinb relativa alla recente partita Fnatic vs Top Esports, è stato bannato per violazione del copyright. Tuttavia, l’organizzazione ha contattato Scoople e si è offerta di assumerlo come traduttore ufficiale, in modo tale da non avere più problemi che implicano interpretazioni errate tra le interviste. Tuttavia, l’ingaggio di Scoople non significa che FPX abbandonerà qualsiasi azione legale contro gli altri utenti.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *