Il trailer di Call of Duty: Black Ops Cold War è stato vietato in Cina

Il trailer di Call of Duty: Black Ops Cold War è stato recentemente pubblicato sebbene venga rivelato ufficialmente solo il 26 agosto.

Il video contiene diversi filmati girati durante la Guerra Fredda e in particolare uno spezzone di un video girato in piazza Tiananmen durante le proteste in Cina. Proprio per questo il video di presentazione del gioco è stato bannato dalla Cina.

Sebbene lo spezzone appaia nel video per meno di un secondo ha subito destato scalpore nelle autorità cinesi che hanno deciso di eliminare e proibire la sua visione in Cina.

Molti affermano che questa parte sia stata inserita solo a fini politici. In seguito il video è stato prontamente modificato eliminando lo spezzone girato nella piazza di Pechino e sostituendolo con una schermata nera malgrado l’audio non sia stato variato.

Per chi non fosse a conoscenza facciamo un po’ di storia. Le proteste di piazza Tiananmen su tennero il 4 giugno del 1989 guidate da un movimento che voleva la democrazia in Cina.

Per tornare agli esports invece ci teniamo a sottolineare come Call of Duty Black Ops: Cold War sia il terzo capitolo della serie Black Ops. La sua uscita sarà rivelata al mondo mercoledì 26.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *