Il tribunale nega la richiesta di Jamppi di rimuovere temporaneamente il suo VAC ban

Il giocatore professionista di esports di Counter Strike: Global Offensive Elias “Jamppi” Olkkonen si è rivolto al tribunale del distretto est di Uusimaa per farsi temporaneamente annullare il suo Valve Anti Cheat Ban.

Il giudice ha però deciso di negare la richiesta pubblicando la decisione nella giornata del 20 agosto.

Jamppi aveva deciso di muovere la mozione contro Valve a inizio marzo. Il suo VAC risale al 2015. Egli però contiene a sostenere che il suo ban è ingiusto e non ha fatto che rovinare la sua carriera a CSGO.

Jampii afferma di aver prima contattato Valve per far sì che il suo ban fosse eliminato, in seguito alla negazione però ha deciso di rifarsi al tribunale per cercare di ottenere ciò che voleva.

Con questo ban Jamppi non può partecipare a  ESL, Dreamhack, BLAST, or Flashpoint events. Potenzialmente ha perso oltre €268,092 .

In seguito alla notizia Valve ha deciso di replicare alle accuse.

La corte ha comunque confermato la sentenza del produttore negando l’eliminazione del ban.

E voi cosa ne pensate? Ha fatto bene Valve ha bannare per sempre Jamppi da Counter Strike: Global Offensive? Fatecelo sapere scrivendo un commento, siamo molto curiosi.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *