Pokemon Unite potrebbe diventare un esports. Gli sviluppatori: “Tornei come Pokken”

pokemon unite esports

Pokemon Unite potrebbe avere un futuro negli esports. In un’intervista rilasciata ieri, domenica 12 luglio, gli sviluppatori del nuovo gioco hanno praticamente svelato questo scenario, accennando anche a dei campionati mondiali sullo stile di Pokken Tournament.

Pokemon Unite è un titolo MOBA (dall’acronimo Multiplayer Online Battle Arena, conosciuti anche come Action Real Time Strategy, ndr) che si basa su battaglie a squadre 5 contro 5: lo vedremo sia su Nintendo Switch che su dispositivi mobili.

Il produttore del gioco Masaaki Hoshino e il suo team hanno fornito nuovi dettagli sul progetto, inclusa la possibilità di organizzare eventi esports.

Daniel Ahmad ha chiarito che il gioco non è “partito” con l’obiettivo di essere protagonista nel mondo esports, ma che questa eventualità è tutt’altro che remota. “Inizialmente non ci sarà alcun focus sugli esports – ha detto Ahmad – ma il gioco potrebbe diventare un esports consolidato se la base dei giocatori lo porterà in quella direzione. L’idea è di fare campionati del mondo come avviene con Pokken Tournament”.

Hoshino, che originariamente aveva lavorato allo sviluppo di Pokken, pensa che “sarebbe bello” se Pokemon Unite potesse strutturarsi in futuro con tornei simili.

Pokemon Unite, tuttavia, deve ancora risolvere molte questioni, poiché il titolo non è stato accolto bene dalla community di Pokemon, almeno all’inizio. Tuttavia, proprio nell’intervista di ieri, gli sviluppatori hanno assicurato che il gioco sta già diventando piuttosto popolare in Cina.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *