Scandalo Ron Johnson-George Floyd: che farà Riot?

Ron Johnson, un nome alquanto famoso per quanto riguarda il mondo degli Esports, in particolar modo quelli inerenti la casa sviluppatrice Riot Games, creatrice di capolavori come League of Legends e Valorant.

Johnson, Global Head of Consumer Products, ha messo un post dove critica aspramente ciò che è successo a George Floyd, l’afroamericano che è stato ucciso da un poliziotto durante una perquisizione. Il post incriminato parlava di come la condotta di Floyd nella vita non fosse stata sempre una persona esemplare, arrivando quasi a giustificare ciò che è stato fatto dall’agente  Derek Chauvin.

 

Questo ovviamente non è piaciuto per nulla a tutti gli altri vertici della Riot Games, la quale hanno deciso di indire una investigazione interna per ciò che è successo, considerando il fatto estremamente grave non solo per quello che è stato scritto, ma anche perché è stato scritto su un profilo pubblico, aperto a tutti, danneggiando l’immagine della compagnia, la quale, fino a questo momento, stava attraversando un periodo aureo.

Purtroppo questo non è il primo episodio di intolleranza e di razzismo che avviene nel mondo degli Esports e purtroppo, conoscendo come ragiona certa gente, non sarà neppure l’ultimo.

Voi che ne pensate? Condannate anche voi le parole di Johnson?

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *