Qualche chiarimento: Sloppy spiega la situazione Tempo Storm

Avevamo già parlato tempo addietro di Manuel “Sloppy” Malfer , il giocatore italiano di Rainbow Six Siege, il celebre FPS di casa Ubisoft.

Manuel è stato il primo giocatore italiano ad essere accettato da un team americano, ovvero Tempo Storm per rappresentare il team durante i tornei che verranno fatti per il gioco ispirato allo scomparso Tom Clancy.

In virtù delle numerose domande che gli sono state fatte riguardo al fatto di perché abbia cambiato team (lasciando gli italiani Mkers) e il perché al momento sia in Canada e non negli U.S.A, Sloppy ha voluto lasciare questo breve vlog dove spiega in maniera esaustiva e completa tutto ciò che gli è stato chiesto.

Il motivo dell’ abbandono dei Mkers è puramente improntato sulla sua crescita personale, essendo Tempo Storm un team di Pro League di Tier 1 (il livello massimo).

La questione del perché sia in Canada e non negli U.S.A è decisamente più complicata, visto che Manuel sta attendendo il visto da Atleta P1A, necessario per poter entrare negli Stati Uniti, i quali, come tutti sapranno, al momento sono in piena crisi Coronavirus e i tempi burocratici per poter accettare il suo visto sono, logicamente, divenuti più lunghi, in virtù di questo, Sloppy per ora potrà allenarsi con i suoi compagni dal Canada in attesa di iniziare a giocare la Stagione 12 della Rainbow Six Siege Pro League.

Ecco qui il video completo tratto dal suo canale Youtube


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *