League of Legends | Quali sono le impostazioni di gioco e l’hardware preferiti dai campioni di LoL?

Vi siete mai chiesti quali siano le migliori impostazioni utilizzate dai professionisti di LoL? Ecco alcuni esempi dell’attrezzatura con cui giocano e della loro configurazione in-game.

Di seguito sono riportate le impostazioni utilizzate da alcuni dei migliori giocatori al mondo di League of Legends, sia in termini di hardware che di impostazioni di gioco:

Faker

Monitor – ASUS VG279Q
Mouse – Logitech G Pro X Superlight
MousePad – Logitech G640
Tastiera – Logitech Pro X
Headset – Logitech G Pro X

Impostazioni di gioco

Windows sensitivity – 5
Game sensitivity – 70
DPI/CPI – 3500
EDPI
Camera Move Speed (Mouse) – 70
Camera Move Speed (Keyboard) – 50
Polling rate – 1000Hz
Window mode – Full Screen
Resolution – 1920×1080
Refresh rate – 240Hz
Aspect ratio – 16:9
Character Quality – High
Effects Quality – High
Environment Quality – High
Shadows – Low

Ruler

Monitor – N.D.
Mouse – N.D.
MousePad – Logitech G640
Tastiera – Logitech G512
Headset – ASTRO A50

Impostazioni di gioco

Windows sensitivity – N.D.
Game sensitivity – N.D.
DPI/CPI – 2100
Camera Move Speed (Mouse) – 45
Camera Move Speed (Keyboard) – 45
Polling rate – N.D.
Window mode – Full Screen
Resolution – 1920×1080
Refresh rate – 240Hz
Aspect ratio – 16:9
Character Quality – High
Effects Quality – High
Environment Quality – High
Shadows – Off

Rekkles

Monitor – AOC AG251FZ
Mouse – Logitech G Pro X Superlight
MousePad – Logitech G640
Tastiera – Logitech Pro X
Headset – Logitech G Pro X Wireless

Impostazioni di gioco

Windows sensitivity – 6
Game sensitivity – N.D
DPI/CPI – 1600
Camera Move Speed (Mouse) – 50
Camera Move Speed (Keyboard) – 50
Polling rate – 1000Hz
Window mode – Full Screen
Resolution – 1920×1080
Refresh rate – 240Hz
Aspect ratio – 16:9
Character Quality – Low
Effects Quality – Low
Environment Quality – Low
Shadows – Off

Caps

Monitor – AOC AG241QG
Mouse – Logitech G403 HERO
MousePad – Logitch G640
Tastiera – Logitech G Pro X
Headset – Logitech G Pro X Wireless

Impostazioni di gioco

Windows sensitivity – N.D.
Game sensitivity – N.D.
DPI/CPI – 3200
Camera Move Speed (Mouse) – 50
Camera Move Speed (Keyboard) – 50
Polling rate – 1000Hz
Window mode – Fullscreen
Resolution – 1920×1080
Refresh rate – 240Hz
Aspect ratio – 16:9
Character Quality – Low
Effects Quality – Low
Environment Quality – Low
Shadows – Low

Jankos

Monitor – AOC AG251FZ
Mouse – Logitech G703
MousePad – Logitech G640
Tastiera – Logitech Pro X
Headset – Logitech G Pro X

Impostazioni di gioco

Windows sensitivity – 6
Game sensitivity – N.D.
DPI/CPI – 1600
Camera Move Speed (Mouse) – 50
Camera Move Speed (Keyboard) – 50
Polling rate – 1000Hz
Window mode – Full Screen
Resolution – 1920×1080
Refresh rate – 240Hz
Aspect ratio – 16:9
Character Quality – Low
Effects Quality – Low
Environment Quality – Low
Shadows – Low

Doublelift

Monitor – BenQ XL2430
Mouse – Logitech G900 CS
MousePad – Logitch G640
Keyboard – Logitech G910
Tastiera – Logitech G533

Impostazioni di gioco

Windows sensitivity – 4
Game sensitivity – N.D.
DPI/CPI – 1800
Camera Move Speed (Mouse) – 30
Camera Move Speed (Keyboard) – 50
Polling rate – 1000Hz
Window mode – Full Screen
Resolution – 1920×1080
Refresh rate – 240Hz
Aspect ratio – 16:9
Character Quality – Medium
Effects Quality – Medium
Environment Quality – Medium
Shadows – Off

Come probabilmente avrete notato, le impostazioni di gioco tipiche dei giocatori sono due: o scelgono una grafica di bassa qualità con ombre al minimo o disattivate, oppure utilizzano una grafica di alta qualità.

Per quanto riguarda l’hardware, invece, è presente una certa varietà, anche se la maggior parte dei mouse e delle tastiere provengono tutti da Logitech. In particolare, i mousepad più utilizzati sono un preciso modello della Logitech, il modello G640, che sta riscuotendo un certo successo negli ultimi tempi.

Per quanto sia bello, e forse anche utile, prendere spunto dai campioni di League of Legends, ogni giocatore dovrebbe trovare la propria dimensione con quello che dispone e secondo le preferenze del proprio corpo. Come avete visto, le impostazioni di gioco a volte, sono quasi opposte da giocatore a giocatore e questo sta ad indicare che non c’è una vera ricetta per diventare campioni ma piuttosto bisognerebbe seguire la combinazione di elementi che ci porta ad avere un maggior rendimento nel gioco, qualunque essa sia.

Leave a Comment