Valve rinuncia al Counter-Strike Major in primavera: “La pandemia è ancora un grosso problema”

esports valve csgo major

Valve sta rinunciando all’idea di ospitare un Counter-Strike Major nella primavera del 2021. Lo sviluppatore del gioco ha inviato una e-mail agli organizzatori del torneo sabato mattina, informandoli della scelta.

Valve aveva inizialmente programmato di ospitare il suo primo Major del 2021 tra il 10 e il 23 maggio, tanto da iniziare ad accettare proposte per quell’evento già nel maggio 2019, quando venne pubblicato il calendario principale per i due anni successivi.

Molto probabilmente la decisione di Valve è dettata dal fatto che la pandemia di coronavirus – che ha costretto a cancellare molti eventi di esports nel 2020, inclusi due Counter-Strike Majors – è ancora un problema rilevante in tutto il mondo. Lo scorso mese di settembre, lo sviluppatore del gioco aveva annunciato che la programmazione dei Major non sarebbe stata ufficializzata “fino a quando, come minimo, gli eventi LAN Regional Major Ranking (RMR) non saranno sicuri in tutto il mondo”.

“Stiamo ancora districando i nostri impegni precedenti e attualmente abbiamo sia un partner che una sede dell’UE designata per un Major nel 2021”, ha fatto sapere Valve. “Supponendo che abbia senso procedere, l’evento si svolgerà dal 25 ottobre al 7 novembre con un potenziale evento di play-in dal 23 al 24 ottobre”.

Le date proposte vedrebbero l’inizio del Major più di una settimana prima del previsto, poiché l’evento era inizialmente programmato per l’1-14 novembre. Se verrà confermato, si tratterà del quarto Major consecutivo in Europa: dopo FACEIT Major London, nel 2018, ci sono stati IEM Katowice e StarLadder Berlin Major, entrambi nel 2019.

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *