League of Legends, Lee “Rush” Yoon-jae termina il servizio militare: “Ecco cosa ho perso”

league of legends

Lee “Rush” Yoon-jae, famoso streamer ed ex giocatore professionista di League of Legends, ha terminato il suo periodo nel servizio militare sudcoreano.

E’ stato lo stesso Rush ad annunciarlo sui social media nella giornata di domenica 29 maggio. Il giocatore ha spiegato che il periodo nell’esercito non gli ha portato nulla di significativo, ammettendo anzi di aver perso una certa umanità, oltre alle sue abilità in League of Legends. Tuttavia, secondo gli esperti del settore Yoon-jae ci metterà davvero poco per tornare ad alti livelli.

D’altronde, come ricordano di certo i fan di League of Legends, Rush era un giocatore e uno streamer estremamente popolare tra il pubblico nordamericano. Ha gareggiato per la prima volta nella LCS nel 2015, raggiungendo i playoff della Spring e Summer Split con il Team Impulse. Nella Division II di quell’anno è anche riuscito a vincere il premio MVP.

Successivamente è entrato a far parte dell’Academy di Cloud9 prima di prendersi una pausa di 18 mesi dagli esports. È tornato a giocare da professionista nello Spring Split 2018 nel ruolo di jungler per KT Rolster, prima di tornare nella scena nordamericana per indossare la casacca di Echo Fox. Nel 2019, dopo una stagione deludente, ha deciso di ritirarsi e diventare uno streamer e creatore di contenuti per CLG. Il 30 novembre 2020 si è arruolato nell’esercito per completare il servizio obbligatorio in Corea.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *