Twitch lancia gli Artist Badges per riconoscere i creatori di emote

twitch

La popolare piattaforma di live streaming Twitch – seguitissima dagli appassionati di esports – sta aggiungendo una modalità che consentirà ai creatori di riconoscere artisti e creatori di emote tramite l’implementazione dei badge.

Le emote sono ormai diventate un dettaglio di grande rilevanza nella cultura dello streaming di Twitch, dato che ogni streamer partner del sito le utilizza nel modo che ritiene più adatto. Con i badge artista, i canali potranno attribuire emote ai loro creatori o artisti specifici. Twitch descrive questa nuova funzionalità come un mezzo per consentire ai creatori di dare agli artisti “il riconoscimento che meritano”.

Gli streamer possono identificare i chatter o gli spettatori come artisti attraverso due diverse opzioni, entrambi accessibili tramite la parte Gestione emote del Creator Dashboard. La prima opzione, Emote Attribution, consente ai creatori di designare specifici chatter come creatori di emote. Ogni volta che i chatter fanno clic su un’emote con un utente collegato, è possibile elencare il nome utente, il canale Twitch e i crediti aggiuntivi.

La seconda forma di riconoscimento a disposizione dei creatori è l’Artist Chat Badge. Gli streamer possono avere fino a cinque badge artista da distribuire ai membri della community che hanno contribuito alla raccolta di emote. Il badge dell’artista apparirà in primo piano accanto al nome utente dello spettatore quando quest’ultimo andrà ad inviare messaggi in chat.

Gli artisti stessi possono controllare le loro attribuzioni di emote a livello globale o individuale. I creatori di emote possono anche disattivare completamente la funzione, impedendo ai creatori di allegare il proprio nome utente a qualsiasi emote. Gli utenti possono gestire le proprie impostazioni sulla privacy nella sezione Attribuzione emote, facilmente raggiungibile dalle impostazioni dell’account.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *