Call of Duty League, Methodz crede nelle potenzialità di Boston Breach: “Ma devo migliorare come IGL”

methodz

Anthony “Methodz” Zinni, veterano della Call of Duty League, ritiene opportuno fare un ulteriore salto di qualità a livello personale per consentire al suo team, Boston Breach, di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Nonostante si sia formata da poco, la squadra sta mostrando un certo potenziale, anche se Methodz è convinto di dover mostrare di più come leader del gioco per far fare al team uno “step” decisivo.

In un’intervista esclusiva rilasciata al sito Dexerto, Methodz ha riflettuto sul periodo iniziale con Boston e su quanto sia stato difficile. Il veterano ha precisato di essere l’IGL di questo giovane team che ha bisogno di qualche miglioramento, stando a quanto affermato dallo stesso Zinni.

“Sono decisamente incoerente nel ruolo di IGL e sto ancora lavorando per migliorare questo aspetto”, fa sapere Methodz. “Sono sempre stato piuttosto esplicito nella mia carriera. Non credo di essere mai stato il leader principale – aggiunge il veterano – quindi per me è una strada nuova”.

Methodz è convinto che un miglioramento nelle comunicazioni consentirebbe davvero ai Boston Breach di diventare uno dei team maggiormente competitivi nella Call of Duty League. Il team esports è entrato in Major 2 come terza testa di serie e ha sconfitto i LA Guerrillas nel primo match.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *