CS: GO, tra Endpoint e Thomas è già addio: “Cerco una nuova famiglia”

thomas endpoint

Nelle scorse ore l’organizzazione di esports Endpoint ha annunciato di aver messo in panchina Thomas Utting: sia il team che il giocatore avrebbero deciso di prendere strade diverse.

“Questa mossa è stata presa in considerazione e concordata da entrambe le parti – si legge nel comunicato diffuso da Endpoint – Vogliamo ringraziare Thomas per quanto fatto nel nostro team di CS: GO e augurargli tutto il meglio per il futuro”.

Una separazione salutata con parole al miele anche dallo stesso Thomas Utting, che ha pubblicato un tweet per spiegare la situazione ai fan: “Ringrazio Endpoint per il tempo passato insieme – le parole del giocatore – Dopo 6 mesi mi ritrovo in panchina, con il permesso di esplorare nuove opzioni. È ora di cercare una nuova famiglia per iniziare il prossimo capitolo della mia carriera”.

La decisione di Endpoint ha tuttavia colto di sorpresa molti appassionati di CS: GO, specialmente tenendo conto del fatto che l’organizzazione si era orientata per una scelta completamente diversa appena qualche mese fa. Alla fine di agosto, infatti, Endpoint ha rifirmato quattro dei suoi giocatori, tra cui proprio Thomas, definendoli “membri legacy”.

Evidentemente alcuni brutti risultati hanno fatto cambiare idea al team. In particolare deve aver pesato l’ultimo posto nel girone all’IEM Fall 2021: Europe. Endpoint ha l’ambizione di diventare una squadra CS:GO di alto livello, pertanto l’organizzazione avverte che è arrivato il momento di alzare l’asticella.

Al momento non è stato ufficializzato alcun nuovo ingaggio. Endpoint dovrà fare in fretta, dato che prenderà parte alla ESL Pro League Season 15 Conference nel tentativo di qualificarsi per la prossima stagione di EPL.

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *