Bannati da Warzone? Niente Vanguard: la mossa per bloccare i “cheaters” su Call of Duty

call of duty vanguard warzone

Molti giocatori di Call of Duty sono impossibilitati a giocare alla beta di Vanguard. Il messaggio di divieto permanente ricevuto da questi giocatori parla chiaro: nessuna possibilità di accedere al gioco se si è stati bannati da Warzone.

Stando a quanto riportato da CharlieIntel, il messaggio precisa che “se sei attualmente bannato da Call of Duty: Warzone – incluso l’hardware o l’account bannato – ti viene vietato di giocare a Call of Duty: Vanguard”. Una decisione in linea con quanto già affermato dallo sviluppatore capo di Warzone, Raven Software, intenzionato ad applicare i divieti hardware come misura contro i “cheaters”.

Questa misura, infatti, impedisce a coloro che sono stati penalizzati per hacking in Warzone di creare altri account per continuare a utilizzare i cheat nel gioco: il divieto è legato all’hardware della persona e non soltanto al suo account.

Activision ha annunciato lo scorso agosto che entro la fine dell’anno sarà introdotto un nuovo sistema anti-cheat su Vanguard e Warzone. Tuttavia, ci sono alcuni giocatori esports che segnalano che il loro account è stato violato e successivamente colpito dal ban. Una strada per annullare questo divieto c’è, anche se non è detto che vada in porto (anzi): gli utenti possono infatti inviare un ticket di supporto ad Activision e sperare che venga cancellato l’ingiusto ban. Le probabilità non sono alte, ma vale la pena tentare.

Call of Duty: Vanguard uscirà il 5 novembre e sarà disponibile su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *