“Violazione delle regole”, TSM squalificata dal CoD: Mobile World Championship

TSM esports call of duty squalifica

Il team TSM FTX è stato squalificato dai playoff della competizione esports Call of Duty: Mobile World Championship North America 2021. Un fulmine a ciel sereno per l’organizzazione, che ha appena annunciato il suo roster e non vedeva l’ora di poter prendere parte al suo primo torneo.

La notizia della squalifica è stata data da Alex “GoldenBoy” Mendez durante un livestream. GoldenBoy ha spiegato che il team TSM è stato squalificato per una non meglio precisata “violazione delle regole”. Come accennato, l’organizzazione è entrata nel gioco mobile solo due giorni fa: nel roster sono presenti giocatori come Solid, Cyzu, TipWrath, Hihi, Gamer, Slothy e haxs.

La squadra ha vinto senza problemi la sua prima partita contro i Primals, sconfiggendo agevolmente gli avversari per 3-0. In semifinale avrebbero affrontato ARP Gaming e sembravano avere ottime chance per assicurarsi uno dei due posti per il CoD: Mobile World Championship Finals 2021. Con la squalifica di TSM, ARP Gaming passa direttamente alle Finals della fascia alta.

Quello riguardante TSM non è stato l’unico caso di violazione delle regole nei playoff regionali. Tribe Gaming è stata infatti costretta a rigiocare una delle partite contro NYSL Mayhem perché il team avrebbe utilizzato un “oggetto vietato” durante il gioco. NYSL ha poi vinto la partita, relegando Tribe alla fascia bassa.

Tribe alla fine si è ritirata dopo aver perso 3-2 nel girone inferiore contro Xplicit. Un ko che tutto sommato non fa troppo male: grazie alla vittoria del Masters, avvenuta lo scorso luglio, il team si è già assicurato un posto al CoD: Mobile World Championship Finals 2021.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *