YouTube Gaming al livello di Twitch? Dr Disrespect non è d’accordo: ecco perché

dr disrespect twitch youtube gaming

Ha fatto rumore la decisione presa da due importanti streamer di Twitch, che hanno scelto di abbandonare la piattaforma di proprietà di Amazon e trasferirsi su YouTube Gaming. 

Il passaggio ufficializzato da DrLupo e TimTheTatman ha portato diversi utenti – tra cui molti appassionati di esports, ndr – a chiedersi su quale piattaforma sia meglio trasmettere in streaming al giorno d’oggi. Una domanda a cui molti streamer evitano forse di rispondere per non avere problemi. Molti ma non tutti, dato che Dr Disrespect ha dimostrato più volte di non avere peli sulla lingua.

Il celebre streamer è stato definitivamente bannato da Twitch a giugno 2020, spostandosi su YouTube Gaming ad agosto. Tuttavia, il passaggio sembra non averlo completamente soddisfatto.

Rispondendo alla domanda di uno spettatore, Dr Disrespect ha detto la sua su quale piattaforma sia più avanti: “Da un punto di vista funzionale penso che YouTube non sia affatto vicina”, ha detto lo streamer.

“Quando interrompiamo il nostro streaming sembra che si vada a finire in un buco nero. Non c’è niente che la community possa fare o rimanere attiva nella chat”, ha detto Dr Disrespect, puntando il dito sull’impossibilità di lasciare la chat aperta o trasferire i suoi spettatori da qualche altra parte come invece è possibile fare su Twitch.

“Questa è una delle cose che YouTube dovrà capire – ha aggiunto – Devono trovare un modo per creare una comunità attorno al livestreaming e all’interazione in tempo reale. Perché è inesistente, non esiste in questo momento”.

Il dottor Disrespect ha poi sottolineato che YouTube non prevede di implementare questi cambiamenti nel prossimo futuro. Non è la prima volta che lo streamer critica YouTube: in passato aveva evidenziato come la società stesse impiegando troppo tempo per implementare la funzione di ritaglio, uno degli strumenti più noti di Twitch.

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *