VCT Masters Berlin, per Lothar i team nordamericani sono migliori di quelli europei: ecco perché

valorant esports

I team europei possono battere quelli nordamericani al VCT Masters Berlin? No, almeno stando a quanto affermato da Jakub “Lothar” Szygulski. L’analista ed esperto di VALORANT è infatti convinto che le squadre del Nord America siano “in vantaggio” rispetto a quelle del Vecchio Continente.

“Guardando il modo in cui si avvicinano al gioco, sembra che le squadre nordamericane stiano effettivamente capendo come sta procedendo il gioco stesso – ha detto Lothar – In questo gioco è importante come si organizza l’attacco, piuttosto che la difesa”.

Ed è proprio l’approccio offensivo dei team del Nord America a convincere maggiormente l’analista di VALORANT. 100 Thieves, ad esempio, sembra aver capito come giocare con KAY/O “un pò meglio” rispetto agli avversari europei.

Effettivamente, nel torneo Masters Reykjavik le squadre nordamericane sono apparse migliori proprio perché votate all’attacco. Lo stile di gioco aggressivo di Sentinels è stato apprezzato da tutti, mentre Fnatic ha preferito affidarsi alle classiche strategie difensive. I team europei devono cercare di evolvere il loro modo di giocare, altrimenti Masters Berlin rischia di essere una ripetizione di quanto accaduto a Reykjavík.

La competizione esports prenderà il via il prossimo 9 settembre. A differenza del torneo svoltosi a Reykjavík, saranno presenti sedici squadre provenienti da tutto il mondo.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *