Parla il Co-CEO di ESL Gaming Craig Levine sulla fusione con DreamHack

ESL e DreamHack sono state sorelle sotto la stessa custodia, il Modern Times Group dal giorno della loro fondazione nel 2015. Ora stanno aumentando le relazioni per cercare di mettere insieme i fondi e organizzare dei tornei globali ancora migliori.

Ne è un esempio lampante il ESL Pro Tour di Counter-Strike: Global Offensive che era stato organizzato per il 2020 prima che la pandemia di Covid-19 lo facesse saltare.

Nel settembre 2020 le due società hanno finalmente annunciato la loro fusione sotto il nome di ESL Gaming. Abbiamo deciso così di intervistare il Co CEO di ESL Craig Levine per vedere cosa ha da dire in merito.

Questa fusione è stata la mossa naturale dopo aver visto come le cose insieme andassero meglio. E’ questo ciò che ha dichiarato nell’intervista. Che senso avrebbe avuto continuare a muoversi da soli? Avrebbe portato solo svantaggi sia all’azienda che allo spettacolo che al mondo degli esports.

Ciò nonostante ESL e DreamHack continueranno sotto marchi differenti ad organizzare i tornei anche se sotto la regia sarà coordinata e congiunta.

Vedremo che cosa saranno in grado di organizzare solo con il tempo, nel mentre ci godiamo le premesse che sono molto buone.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *