VALORANT First Strike arriva in Medio Oriente e Nord Africa

Per VALORANT First Strike ci sono ulteriori aggiornamenti: Riot Games attualmente sta qualificando squadre da tutto il mondo ed è incluso anche una competizione in due fasi in Medio Oriente e Nord Africa (MENA).

A causa delle restrizioni dovute alla pandemia da COVID-19, VALORANT non avrà un evento LAN come avvenuto ai Mondiali di League of Legends ma ospiterà una serie di competizioni internazionali. Il primo a partire è Strike rabia, che darà il lancio alle competizioni regionali di Riot Games.

Le squadre che si sono classificate in MENA per il loro campionati, hanno attraversato tre eventi subregionali nei paesi del GCC (Gulf Cooperation Council), Nord Africa, Levante ed Egitto.

MENA ha un ruolo molto importante in quanto verrà vista come regione competitiva ufficiale per gli Esport di VALORANT anche in futuro, in generale non è rappresentata nelle competizioni globali ufficiali da parte degli Esport, infatti non esiste nemmeno uno slot per i Worlds di League of Legends.

I turni di qualificazione per VALORANT First Strike hanno raggiunto oltre 13.000 spettatori medi unici, riunendo anche 290 team per la competizione online, ottenendo anche la sponsorizzazione da Saudi Telecom Company e Logitech.

Ricordiamo che all’evento principale sono arrivate le seguenti squadre: G2 Esport, Team Liquid, Funplus Phoenix, Sumn FC, Nolpenki, Orgless, Purple Cobras, Team Heretics, 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *