Dota 2, Team Unique sospende le attività del roster: “Troppa incertezza”. Due giocatori diventano free agent

dota 2 team unique

Un altro promettente roster di Dota 2 è stato chiuso a causa dell’incertezza che circonda il Dota Pro Circuit. Il Team Unique ha sospeso le sue operazioni, come annunciato dalla stessa organizzazione.

Due dei cinque giocatori della squadra sono stati ufficialmente rilasciati in regime di free agency, mentre i restanti tre sono stati spostati nel roster inattivo e aggiunti alla lista dei trasferimenti.

Questa decisione non è stata determinata dalle prestazioni del team di esports, ma piuttosto dalla visione dell’organizzazione in merito alla scena competitiva di Dota e dalla mancanza di un percorso chiaro per riprendere il DPC. Senza una serie stabile di tornei che possano dare a squadre come Unique la possibilità di mettersi in mostra e guadagnare qualcosa, Dota non può più essere un’impresa redditizia per l’organizzazione.

“Mettiamo in pausa la divisione Dota 2 fino all’inizio della stagione DPC”, ha affermato Georgy Faleev, CEO di Unique. “La pausa durerà fino al prossimo anno e l’eventuale ‘ritorno’ sarà pianificato non appena i piani di Valve per la stagione in corso diventeranno chiari. Al momento, è molto poco redditizio mantenere la squadra in questa disciplina”.

Il team ha cercato di far funzionare le cose durante l’estate quando è diventato chiaro che il DPC non sarebbe tornato presto. Tuttavia, come riportato da Unique, le chiusure dei confini e alcuni problemi di salute che hanno riguardato alcuni giocatori hanno reso tutto estremamente difficile. Valve non ha fornito una tempistica precisa per il ritorno del DPC e l’organizzazione si è mossa in questo modo.

Il roster di Unique, prima delle ultime decisioni, era formato da Egor “19teen” Lexutin (ora inattivo), Danil “illusion” Volchan (inattivo), Ivan “VANSKOR” Skorokhod (inattivo), Yaroslav “Pikachu” Vasilenko (free agent) e Stanislav “633” Glushan (free agent).


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *