Pokimane fa proseliti: anche Tyler1 annuncia il limite alle donazioni. Ma la sua motivazione è un pò diversa

tyler1 donazioni pokimane

La decisione presa da Pokimane sembra aver convinto anche altri streamer a fare altrettanto. Come riportato ieri anche da noi di Esports247, la celebre streamer di Twitch ha deciso di imporre un limite alle donazioni sul suo canale, fissandolo a cinque dollari e invitando i fan a sostenere “cause più nobili”.

Ora anche Tyler “Tyler1” Steinkamp ha fatto sapere di voler seguire le orme di Pokimane e stabilire un limite massimo per le donazioni sul suo canale, anche se per una ragione diversa e se vogliamo un pò esilarante.

Tyler1 ha iniziato a condividere i suoi pensieri in merito dopo aver ricevuto una generosa donazione di cento dollari. “Grazie per quei cento dollari”, ha detto lo streamer, mostrandosi grato fino ad un certo punto.

Per farla breve, Tyler1 ha deciso di fare come Pokimane “perché non sopporto le reazioni false”. 

“Voglio dire, la gente manda cento dollari, e mi sento uno stro**o se non dico, oh mio dio, whoah, è pazzo”, ha poi aggiunto lo streamer. Di fatto, sembra che Tyler1 sottintenda che i donatori sono praticamente degli idioti, o qualcosa del genere. Proprio questo atteggiamento ha scatenato un dibattito su Reddit, con molti utenti che hanno stigmatizzato le parole di Tyler1.

Tuttavia, lo streamer – uno dei più famosi al mondo, ndr – non è mai stato un personaggio capace di tenere a freno la lingua o di girare intorno utilizzando mezzi termini, e questo gli utenti lo sanno bene.

La decisione di Pokimane è diventata un argomento caldo anche tra gli altri streamer, compresi quelli del mondo esports. Felix “xQc” Lengyel ha riconosciuto la bontà della scelta, ma ha espresso la sua preoccupazione per gli altri streamer: gli spettatori, infatti, potrebbero cominciare a prenderli di mira se non fanno come Pokimane.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *