PUBG mobile bannato in India: il caso

Il governo indiano ha deciso da qualche ora di bandire sul proprio territorio 118 applicazioni considerate una “minaccia per la sicurezza nazionale”. Tra queste figura PUBG Mobile, la versione per dispositivi mobili del celebre battle royale che in India (e in generale nel sud-est asiatico) ha la sua più consistente playerbase.

Le cause del ban

La minaccia di cui il parla il Ministero dell’Elettronica potrebbe in realtà essere fondata: il ban di PUBG Mobile fa seguito ad alcune tensioni fra l’India e la Cina verificatesi nei giorni scorsi sul confine himalayano. In quest’ottica gli avvenimenti della giornata odierna assumono un carattere politico se si considera che il videogioco è di proprietà della Tencent Games, la società cinese a capo di Riot, Supercell e WeChat. Il ban sarebbe scaturito da alcune denunce di “utilizzo scorretto dei dati personali degli utenti“, dunque la preoccupazione da parte del governo sarebbe quantomeno giustificata. Gli appassionati che ogni giorno affollavano i server regionali del titolo erano a milioni; per avere un’idea della portata di ciò che è successo oggi sarebbe sufficiente pensare, per esempio, ad un ban di League Of Legends in Corea.

I risvolti sulla scena competitiva

Con i numeri che riusciva a garantire in India e altri paesi del continente, il gioco è diventato in poco tempo uno degli esport più seguiti. Diverse erano le organizzazioni che avevano deciso di investire su squadre locali: TSM, Fnatic e Secret (per citare tre nomi piuttosto rilevanti) dovranno fare adesso i conti con una situazione imprevista che indubbiamente metterà in difficoltà l’intero ecosistema competitivo di PUBG Mobile, come sottolinea anche Rod “Slasher” Breslau.

Quello che sembrava essere un momento storico davvero interessante per il futuro dell’esport in India sembra aver subito una battuta d’arresto non da poco. Che ne sarà adesso di tutti gli investimenti e delle risorse messe in campo da società, organizzazioni, TOs, ecc.?

Uno degli ultimi tornei LAN di PUBG Mobile in India. ©Firstpost

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *