Il primo tetraplegico a firmare per un team esports. L’incredibile storia di Rocky Stoutenburgh

rocky esports

“L’ultima cosa che ricordo è di essere stato trasportato in elicottero all’ospedale di Ann Arbor” Era il 2006 e cominciava così un periodo davvero buio per Rocky Stoutenburgh. Un violento colpo alla testa durante un allenamento avrebbe cambiato la sua vita per sempre.

“Avevo 19 anni eppure stavo semplicemente sdraiato nel letto, non potevo muovermi. Abbiamo pensato fosse uno shock spinale o qualcosa del genere”, racconta Rocky. Ma la realtà era un’altra: strappo del midollo spinale. Il giovane scoprì poco dopo che non avrebbe mai più camminato.

“Ero anche un ragazzo molto attivo. Non ero mai in casa, ero fuori a fare sport o al lavoro o qualcosa del genere. Quindi non potevo più fare nulla di quello che facevo”. Una situazione che ha fatto precipitare Rocky in un profondo stato depressivo, tanto da arrivare a mangiare attraverso un tubo di alimentazione.

Un giorno suo fratello minore, appassionato di videogiochi, ha regalato a Rocky un “quad stick”, un dispositivo che avrebbe cambiato il corso della sua vita.

“Fondamentalmente è solo un controller con un analogico, tre fori e un trigger per le labbra – spiega Rocky – Devi solo fare in modo che i pulsanti siano ciò che vuoi per ogni gioco”.

Rocky è diventato talmente bravo nei videogiochi e negli esports da arrivare a vincere campionati anche contro persone normodotate. Una crescita impensabile, che gli è valsa il soprannome di “Rocky No Hands”.

“Sono diventato molto popolare, ho iniziato a giocare a giochi come Club G e Fortnite che sono molto competitivi. Sono diventato bravo, ho conquistato un paio di Guinness World Records”. Ora il 33enne di Southgate, nel Michigan, è appena diventato il primo tetraplegico in assoluto a firmare un accordo con un’organizzazione professionale di esports, la Luminosity Gaming.

Mi hanno chiamato e mi hanno detto, ‘Ehi, pensiamo che tu sia fantastico, non vogliamo aspettare di vedere se vinci il prossimo torneo, vogliamo che firmi con noi ora’. E’ stato incredibile”. Rocky ora ha un lavoro, una ragazza e una nuova prospettiva di vita.

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *