Valorant, le semifinali delle ORDER Ignition Series riprendono dopo lo stop. Vanguard aveva segnalato un giocatore come “sospetto”

oceania ignition series valorant vanguard anti-cheat

Nelle ORDER Ignition Series di Valorant sembra essere tutto tornato alla normalità, dopo che il sistema anti-cheat Vanguard di Riot Games ha segnalato come sospetto un giocatore del Clan EXO. Un alert che ha chiaramente comportato un’interruzione della trasmissione.

Il fatto si è verificato nella giornata di ieri, venerdì 24 luglio, con Riot Games che si è trovata costretta a rinviare le semifinali di ORDER Valorant Open, il primo evento della serie Ignition che si tiene nella regione dell’Oceania.

Moltissimi utenti erano sintonizzati per vedere quale team tra EXO Clan e Control sarebbe riuscito a qualificarsi per la Grand Final del primo torneo delle Ignition Series del gioco esports in Oceania. Tuttavia, ad un certo punto, la trasmissione è stata interrotta inaspettatamente da Mitch ‘Conky’ Concanen.

“Abbiamo avuto alcune notizie sul fatto che le partite non andranno avanti stasera, quindi abbiamo dovuto interrompere”, ha detto Conky nel livestream ripreso dopo una lunga pausa.

Uno “stop” causato dal sistema anti-cheat Vanguard, che ha segnalato Ethan “Crunchy” Laker del Clan EXO come sospetto. L’evento è stato completamente interrotto fino al completamento dell’indagine da parte di Riot Games. Nel frattempo, Order ha rilasciato una dichiarazione per confermare che la verifica di Riot era stata completata e che il team Clan EXO poteva continuare il torneo. L’interessato non ha ancora rilasciato commenti sulla vicenda.

Alla fine, il Clan EXO si è guadagnato un posto nella Grand Final, sconfiggendo Control 2-1 in semifinale.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *