Un aiuto per le aziende gestite da minoranze e donne: la bella iniziativa Riot Games

Riot Games non è rara ad eventi di beneficenza e di aiuto verso le aziende o le persone che sono in difficoltà e anche in questi tempi cosìì umanamente difficili, la azienda creatrice di Valorant e League of Legends ha voluto dimostrare la propria umanità, anche nel mondo degli Esports.

In questi giorni,la casa videoludica ha deciso di donare ben 10 milioni di dollari alle case videoludiche che sono gestite da minoranze etniche, culturali e religiose, oppure da donne. Tutto questo verrà fatto per sensibilizzare ancora di più le persone inerenti ciò che è successo col caso dell’ afroamericano George Floyd, brutalmente ucciso da un poliziotto in circostanze ancora tutte da capire.

Inoltre, la casa degli Esports ha deciso di dare un milione di dollari ad aziende umanitarie ad esempio The Innocence Project e l’organizzazione ACLU (Unione delle libertà civili americane).

Ma Riot non è stata l’unica casa ad aver dato dei soldi, come Zynga (altra azienda riguardante Esports) che ha deciso di dare un milione di euro ai seguenti enti sociali, come: ACLU Foundation; la National Association for the Advancement of Colored People (NAACP, l’associazione nazionale per l’avanzamento delle persone di colore ); la Thurgood Marshall College Fund; Northside Achievement Zone (una cooperativa che si occupa di togliere le barriere razziali negli U.S.A)

Voi che ne pensate?

Lorenzo Carbone

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *