Valorant dovrà eliminare il sangue durante i tornei esports

Riot Games ha deciso di eliminare la fuoriuscita di sangue quando si colpisce un nemico, sostituendola con delle scintille durante gli eventi esports; tutto questo per far risultare il gioco più adatto a diverse fasce di età e personalità.

Il sangue in questione compare solo per qualche momento quando viene colpito un giocatore, per mostrare il danno inferto; la Riot però comunica nelle proprie linee guida il dover eliminare del tutto l’opzione quando verrà trasmesso uno streaming riguardante un evento esports su Valorant.

”Vogliamo che i nostri eventi esports siano accessibili a chiunque” commenta Whalen, direttore esports di Riot Games, ”Rimuovendo il sangue facciamo in modo che più sponsor e distributori vengano coinvolti in questo sistema dando accesso e stabilità a chiunque. Siamo in contatto con più di cento distributori, dal lancio della beta, e tutti loro condividono questo sentimento”.

Abbiamo assistito in precedenza ad un evento simile, quando negli 90 il sangue è stato eliminato anche nella versione SNES di Mortal Kombat, sostituendolo o meglio, censurandolo con una fuoriscita di colore verde.

Tra le altre linee guida per la trasmissione degli eventi esports di Valorant figurano principalmente l’evitare qualsiasi tipo di linguaggio osceno o insultante e il rendere gratuitamente fruibile il contenuto dello streaming.


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *