Riot Games obbliga Joao Corona al cambio di username

All’inizio di questo mese, l’utente Joao Corona, 24enne londinese ha effettuato come al solito l’accesso a LoL tramite client per ritrovarsi un messaggio alquanto strano da parte del sistema.

La Riot gli ha infatti imposto il cambio di username in quanto soggetto a troppi report da parte di altri utenti; da questo momento in poi, se Joao volesse infatti continuare a giocare a LoL, sarebbe obbligato a cambiare il proprio nome utente.

Il ragazzo ha provato a spiegare la situazione alla Riot, contattando il supporto al giocatore tramite email, fallendo però nel suo tentativo. Tutto questo ovviamente per il chiaro riferimento al Coronavirus che sta mietendo moltissime vittime in tutto il mondo. La Riot non ha però considerato che Corona fosse il vero cognome del giocatore il quale l’ha scelto per far si che fosse più facile per i suoi amici trovarlo e aggiungerlo ai propri contatti all’interno della community.

Ecco la conversazione avvenuta con il supporto tecnico, postata dallo stesso Joao su Imgur:

Tutto questo sembra abbastanza ridicolo sopratutto per via del fatto che il Nickname scelto dal ragazzo non è di natura offensiva né è fatto con lo scopo di schernire la vicenda, al contrario di altri username recentemente banditi dal gioco quali: ”CoronaComin4U” e ”ChinaVrs”. Il nick di Joao potrebbe benissimo essere finito nel poll dei nick etichettati come potenzialmente dannosi al momento.

Una volta venuta alla luce la questione, il direttore della comunicazione di Riot Games ha dichiarato che non essendo in linea con le policies della società, la forzatura al cambio di nick verrà rivalutata e sistemata; al ragazzo è infatti stata data nuovamente la possibilità di chiamarsi Corona.

In un’intervista recente a Buzzfeed, Corona commenta così la vicenda: ”Penso di aver capito il perché alcune persone abbiano trovato fastidioso il mio nick ma penso anche che sia abbastanza ridicolo che si provi a controllare ogni singolo aspetto che possa magari alterare qualcuno”.

 


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Mettici un like su Facebook e seguici su Twitter!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *